CYBERIA

  • Genere: Fantascienza
  • Azione: Si
  • Editore: Interplay Entertainment Corp.
  • Sviluppatore: Xatrix Entertainment
  • Rilascio: 1994
  • Tipo: 2D/3D in terza persona -Tastiera-mouse
  • Lingua: Inglese
  • Età consigliata: 14
  • Durata: 15 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
DOS – 4MB RAM – SVGA -Sound Card – 2X CD-ROM

 

Recensione

LA STORIA

Anno 2027. Il tuo alter ego, Zak Kingston, hacker informatico esperto di cibernetica, è stato accusato di tradimento e spionaggio.
Questo avviene cinque anni dopo la III Guerra mondiale.
Potenti lobby, la FWA e il Cartello, stanno combattendo per il controllo del potere sul mondo nel nuovo ordine. Zack viene liberato da un leader della FWA ma naturalmente deve pagare un prezzo.
In un territorio desolato, coperto dai ghiacci della Siberia, in un laboratorio chiamato Cyberia è stata ritrovata un’apparecchiatura, il TF-22, in grado di distruggere la Terra. Fu disegnata al tempo dimenticato della pace da menti geniali, con una tecnica di nano-tecnologia cibernetica.
La base è controllata dagli agenti del Cartello.
Zack ha il compito di andare a Cyberia, infiltrarsi nella base e distruggere l’arma per salvare il mondo.
La storia ha premesse interessanti ma non è sviluppata lungo il gioco e diventa solo un espediente per giustificare i combattimenti che ne costituiscono l’aspetto preponderante.

IL GIOCO

Grafica – Cyberia è fra i primi titoli di gioco in prima persona che combina animazioni al computer e tecnica cinematografica per produrre una grafica visualmente d’effetto e scene di movimento.
Gli sfondi pre-renderdizzati con illuminazione di scena, hanno una risoluzione 320×200; i personaggi, digitalizzati come “attori sintetici” si muovono in modo fluido, realistico e naturale.

Sonoro – I movimenti delle labbra sono ben sincronizzati con i dialoghi.
Il sonoro è adeguato.

Enigmi – Cyberia è un misto azione e avventura, molto azione e poco avventura.
Il protagonista dispone di vari strumenti per scoprire le fonti infrarosse, le fonti di calore o per vedere attraverso gli oggetti, oltre ad armi e mezzi di locomozione.
Gli enigmi sono pochi e piuttosto semplici, si limitano al superamento di difficoltà di accesso alle varie locazioni per la prosecuzione del gioco; la parte del leone è riservata ai combattimenti.
Si possono scegliere tre livelli di difficoltà ma anche scegliendo il livello più basso, non è facile superare le battaglie mentre è molto più facile superare gli enigmi.
Gli obiettivi sono disposti lungo il percorso animato, con il giocatore che non ha il controllo sulla navigazione o lo ha al minimo e deve concentrare tutta la propria attenzione nel colpire i nemici.
Gli obiettivi sono predefiniti, vale a dire che se si muore, al ripristino i nemici appariranno sempre allo stesso modo e allo stesso posto ed è quindi possibile memorizzarli e abbatterli più facilmente.
Questo agevola chi non ama i combattimenti ma una randomizzazione casuale dei combattimenti sarebbe stata preferita da chi ama i giochi arcade.

Interfaccia – Il gioco, in prima persona, viene governato prevalentemente dal mouse.
Si può salvare soltanto in alcuni punti determinati, mai durante i combattimenti.

Conclusioni – Adatto per gli amanti dei giochi arcade con un minimo di avventura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...