CELTICA

  • Genere: Tipo Myst
  • Editore: H+a Entertainment
  • Sviluppatore: Artech Studios
  • Rilascio: 1998
  • Tipo: 3D P & C in prima persona
  • Lingua: Inglese
  • Età consigliata: 12+
  • Durata: 10-12 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
Windows 95 – Pentium 100 – 8 MB su HD – 16 MB RAM – CDROM 4X – Scheda audio SBlaster compatibile – direct – Scheda video 1 MB.

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

In tempi antichi una presenza aliena lasciò sulla terra alcuni oggetti: arpe, amuleti, libri, contenenti i segreti per raggiungere un grande potere.
Il gioco si svolge su un’isola dove il giocatore si deve muovere per raggiungere isole di altre dimensioni fino a tornare all’isola originaria per concludere l’avventura.
Sull’isola troverà anche documenti che racconteranno le storie di altri personaggi che si sono accinti alla stessa impresa.

IL GIOCO

Grafica – Il gioco, tipo Myst, si gioca in prima persona e in totale solitudine.
Gli esterni sono costellati di bei paesaggi statici con rovine celtiche , antiche costruzioni, santuari, torri, mulini e una bella magione arredata di tutto punto. La grafica non è eclatante ma gradevole. Poche animazioni, tutte brevi e congruenti al gioco.
L’avanzamento è guidato da frecce direzionali obbligate e non sempre è facile raggiungere i posto desiderati perché l’accessibilità agli ambienti è strettamente dettata dalle necessità del gioco e non dalla curiosità visiva del giocatore.
Talvolta per inquadrare un oggetto è necessario fare molte giravolte ed è facile disorientarsi specie nelle aree esterne.
Gli interni degli edifici sono essenziali, salvo quello della magione che contrasta in modo evidente con il resto della grafica: chiaro, nitido, stilizzato, sembra quasi una prova di arredamento disegnata da un architetto, ma nel complesso dà un senso di freddezza.
Il motore del gioco è piuttosto lento e non manca qualche inspiegabile crash specie quando si carica un salvataggio o quando si gioca più a lungo, quando si inserisce il secondo CD, quindi è consigliabile salvare con una certa frequenza. Ho anche notato la scomparsa di un rotolo musicale dall’inventario allorché era necessario usarlo, ma ciccando un po’ qua un po’ là, alla fine è ricomparso.
Il gioco comprende due CD e ogni volta che si inizia bisogna inserire il CD 1 per poi caricare un salvataggio sul CD2.

Sonoro – Un sottofondo di musica celtica contribuisce a creare l’atmosfera del gioco.

Enigmi – Il gioco è denso di enigmi alcuni più facili, alcuni più difficili, per i quali bisogna esaminare e riflettere sulla documentazione trovata in giro.
Il gioco è diviso in tre sezioni, in pratica tre isole diverse alle quali si può accedere soltanto se ogni cosa è stata conclusa sull’isola precedente. Il gioco è lineare, vale a dire che i percorsi delle SOLUZIONE E RECENSIONE sono obbligati e non si gode di alcuna libertà per procedere in modo diverso da quello previsto. La maggior parte degli enigmi sono logici, ma confesso che per qualcuno, come quello delle provette, ho trovato la soluzione facendo prove su prove perché non era affatto chiaro (almeno a me) quale criterio seguire per risolverlo.

Interfaccia – Si gestisce con il mouse. Sulla fascia alta dello schermo si trova l’icona menu. I salvataggi sono soltanto 5. A sinistra l’inventario.

Conclusioni – Un Myst in tono minore. Molto minore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...