BYZANTINE: THE BETRAYAL

  • Genere: Poliziesco/Edu
  • Editore: The Discovery Channel
  • Sviluppatore: Stormfront studios
  • Rilascio: 1997
  • Tipo: FMV P & C in I persona
  • Lingua: Inglese/Francese
  • Età consigliata: 12+
  • Durata: 30 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto:P&C:      

Requisiti minimi richiesti:
Windows 95 – Pentium 90 – 16 MB di RAM – CD-ROM 4x – SVGA – Mouse – Scheda audio

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Impersoni un giornalista americano (anonimo) che riceve un telegramma dal suo vecchio amico Emre di Istambul, nel quale gli chiede di raggiungerlo urgentemente in quella città promettendogli uno scoop clamoroso.
Quando arrivi ad Istambul ti attende però una brutta sorpresa: Emre è scomparso (sarai proprio tu a trovare il suo cadavere) e la polizia ti sospetta.
Attraverso documenti e dialoghi di chi lo aveva conosciuto, cominci a farti un’idea di ciò che è accaduto: Emre stava lavorando al progetto KLIO, uno studio sulla realtà virtuale capace di simulare la realtà e di accedere nei siti archeologici più nascosti. Questo progetto consente il contrabbando di reperti archeologici in cui sono coinvolti personaggi importanti che non gradiscono la tua curiosità.
Ti trovi così a doverti difendere sia dalla polizia, che vuole arrestarti, che da un killer che ogni tanto salta fuori per farti la pelle.
Troverai però anche l’aiuto di altre persone grazie alle quali potrai proseguire le tue indagini e arrivare così alla felice conclusione dell’avventura.

IL GIOCO

Si tratta di un gioco che mescola il poliziesco all’ “educational”, cioè fa parte di quelle avventure che qualche anno fa si proponevano, attraverso il divertimento ludico, di istruire e informare su luoghi, civiltà o periodi storici del passato. Non è ben chiaro se l’un aspetto sia un espediente per l’altro o viceversa, ma questo significa che la storia e la “didattica” si integrano perfettamente senza forzature.
Bisogna dunque dire che gli autori hanno centrato in pieno sia l’obbiettivo di farci conoscere le bellezze e i misteri dell’antica città turca e di tenerci inchiodati al computer per proseguire nell’avvincente avventura poliziesca.

Grafica – Il gioco è realizzato in una combinazione di FMV, foto reali e computer grafica con una risoluzione 640×480 e visuale a 360°.
Moltissimi filmati con attori reali (turchi) giustificano i 6 CD di cui si compone questa avventura. Parlando degli attori, non si può certo dire che siano da premio Oscar, però se la cavano dignitosamente.
I personaggi sono davvero numerosi; personaggi di rilievo o semplici comparse come negozianti, venditori, incontri occasionali; l’unico che non vedremo mai, neppure nei filmati, è il protagonista cioè noi stessi: forse un mezzo per far identificare maggiormente il giocatore nella vicenda coinvolgendolo in prima persona.
Questo gioco dà l’idea di come un tempo le avventure grafiche fossero realizzate senza risparmio perché un gioco del genere deve aver comportato un impegno finanziario oggi impensabile.
Le immagini fisse sono digitalizzate, quindi di buona definizione, ma le immagini esterne, quelle panoramiche, hanno una definizione mediocre.
Una menzione particolare va fatta al mondo virtuale.
Per mezzo di un casco VR potremo accedere virtualmente alle segrete stanze del Topkapi, ai Bacini della Basilica, al Tempio di Artemide: non è l’unico gioco che inserisce una realtà virtuale, ma questo lo fa in modo estremamente efficace e suggestivo.
Il gioco non ha presentato bugs di rilievo ma c’è da fare un’osservazione; premetto di averlo giocato su un vecchio computer con Windows 95, quindi con il sistema operativo richiesto. La visuale a 360° si ottiene con il movimento circolare del mouse che purtroppo provoca uno spostamento repentino e veloce della schermata, e per riuscire a focalizzare un determinato punto bisogna spostare il cursore in modo millimetrico.
Il gioco non tollera l’Alt-tab ed è successo più di una volta che spostando il cursore al margine dello schermo, si chiudesse da solo.

Sonoro – Il sonoro è costituito da una musica orientaleggiante che entra ogni tanto. Le didascalie dei dialoghi riguardano solo il protagonista che giustamente non si vede e non si sente.

Enigmi – Il gioco è principalmente un’avventura di inventario, cioè di ricerca di oggetti e documenti, di esplorazione, di dialoghi.
Non manca una giusta dose di enigmi tutti giustamente calibrati e ottimamente integrati nel contesto. Sono di diversa difficoltà ma tutti legati ad indizi che si possono trovare nelle diverse locazioni visitabili per mezzo di una comoda mappa della città. La soluzione del gioco nel suo insieme non è facile, anzi arrivare in fondo è una bella impresa che però dà una bella soddisfazione.
Personalmente quello che mi ha fatto maggiormente penare riguardava il numero della combinazione di una porta che aveva un indizio veramente labile e bisognava rifletterci molto bene per trovare i collegamenti giusti.
Il gioco è lungo senza artificiosità, cioè tutto il tempo si impiega ad esplorare bene i luoghi (ci sono un’infinità di hotspots per fortuna segnalati dal cursore) e persino, come ho accennato, una realtà virtuale dove l’ambientazione grafica, compresi i cursori, cambia completamente.
Si avrà a disposizione uno scanner con cui memorizzare dati nella realtà per poi utilizzarli nel mondo virtuale. Va anche detto che ci sono alcune sequenze a tempo: bisogna compiere alcune azioni in tempi ristretti altrimenti sbucherà fuori un antipaticissimo killer per farci fuori.
Tranquilli: le sequenze a tempo sono poche e tutt’altro che “cattive”: si riesce a superarle magari con un paio di tentativi, l’importante è salvare con una certa frequenza.

Interfaccia – Semplice e pratica: spostando il cursore in alto si accede al menu e ad altre varie funzioni del gioco tra cui la memoria di tutti I documenti, dialoghi, filmati, luoghi visitati ecc.
I salvataggi sono infiniti e si esce dal gioco con il tasto “Esc”.

Conclusioni – Un gran bel gioco figlio della sua epoca, cioè degli anni d’oro delle avventure grafiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...