ATLANTIS 3 – Il Nuovo Mondo

  • Genere: Avventura fantasy
  • Editore: Dream Catcher
  • Sviluppatore: Cryo Interactive Entre.
  • Rilascio: 2001 – DVD
  • Tipo: 3D P& C in prima persona
  • Lingua: Italiano
  • Età consigliata: 13+
  • Durata: 25-30 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
Windows 95/98/2000/ME/XP – Pentium II 333 MHz – 32 MB RAM – CD-ROM 8X -Scheda Audio comp. Direct Sound – 400 Mb su HD.
Raccomandati: PII 450 Mhz; 64 Mb RAM

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Terzo episodio della serie di Atlantis, con la spaeranza che non sia l’ultimo.
Nel deserto del Sahara, sul massiccio dell’Hoggar, una giovane archeologa viene abbandonata a se stessa.
Così inizia il terzo episodio della serie di Atlantis.
La protagonista, cui presta il viso l’attrice Chiara Mastroianni, dovrà compiere un lungo viaggio alla ricerca di Atlantide e del Cranio di Cristallo che dà il Potere assoluto. Nel viaggio la accompagnerà uno strano aiutante, la “Psicopompa”: una simpatica mummia pronta ad intervenire per dare un consiglio al momento giusto.

IL GIOCO

Grafica- Dal deserto dell’Hoggar al mondo egizio, dalla Siberia paleolitica, alle Mille e una notte di Baghdad, ogni locazione ha un fascino, un realismo, una resa grafica straordinaria.
In tutto questo, ciò che colpisce in modo particolare è il viaggio nel mondo interiore della protagonista: il cervello con i suoi gangli, scenari che evocano le opere di Dalì nel loro surrealismo astratto, e il reame etereo e senza tempo della sua stessa anima, quando comunica col suo Spirito Custode.
Non è il solito gioco d’avventura con le solite locazioni storico-archeologiche. In questo caso gli sviluppatori hanno lavorato di grande fantasia creando scenari del tutto originali e suggestivi che incantano l’occhio e afferrano l’attenzione del giocatore in modo davvero tenace.
Chi non si è perso nei meandri dei gangli cerebrali? Eppure è stato un perdersi felice perché ogni disegno, ogni inquadratura riservava una sorpresa, qualcosa da scoprire e su cui riflettere.
Le animazioni sono veri e propri filmati eccezionalmente belli, fluidi, realistici ma evanescenti allo stesso tempo, perfettamente inseriti nel contesto.

Sonoro – Le musiche di fondo sono opera di Daniel Rhodes ed aggiungono un tocco di classe ad un gioco già di alto livello, offrendo un contributo non secondario alle atmosfere e al coinvolgimento del giocatore.
L’unico neo in questo ambito l’ho trovato sulla recitazione e sul doppiaggio italiano della protagonista, che, col suo accento francese, risulta assai poco espressiva ed incisiva ma sembra piuttosto che legga il testo senza troppa convinzione.

Enigmi – Gli enigmi non sono graduali, si comincia duro fin dall’inizio e si procede su un alto livello di difficoltà. Il gioco è impietoso e la sua soluzione richiede un forte impegno ma tutti gli enigmi hanno un riscontro assolutamente logico e la loro soluzione e reperibile da indizi e da documenti trovati in precedenza. Particolarmente ostico è proprio l’enigma finale delle mappe astronomiche sul quale si può anche diventare matti se non si hanno le giuste coordinate per la soluzione.

Interfaccia – Semplice e di immediata comprensione. Il controllo con mouse e frecce direzionale, col tasto destro del mouse si accede all’inventario, con il tasto “esc” al menu delle opzioni.

Conclusioni: – In definitiva un gioco di eccellenza che si può inserire fra le pietre miliari del genere dell’avventura grafica ma che non è consigliabile ai principianti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...