INDIANA JONES – L’ultima crociata

  • Genere: Avventura classica
  • Editore: Lucasfilm Games
  • Sviluppatore: Lucasfilm Games
  • Rilascio: 1989
  • Tipo: 2D P & C in terza persona
  • Lingua: Italiano
  • Età consigliata: 10+
  • Durata: 20-25 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
S.O. Dos 5.0 o sup. – Pc 386 486 DX -4 MB Ram -Scheda video VGA 256 col-Scheda audio

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Dall’omonimo film interpretato da due mostri sacri, Harrison Ford e Sean Connery, fu edito nel 1989 dalla Lucas Arts il gioco che è diventato un classico dell’avventura per pc.
Indy ha appena recuperato una preziosa croce trafugata dal Museo, quando scopre il rapimento di suo padre che gli ha spedito il proprio diario con le annotazioni per la ricerca del Santo Graal.
Anche i nazizti sono sulle tracce della sacra reliquia ed indy deve riuscire a liberare suo padre e a precederli per evitare che il calice che dona l’immortalità cada nelle loro mani.

IL GIOCO

Uno dei mitici giochi Lucas che hanno fatto la storia delle A.G. negli anni ’80.

Grafica – La grafica 2D, all’avanguardia per l’epoca in cui il gioco fu sviluppato, ha una buona resa in termini di velocità e di definizione.
Indy visiterà molte locazioni, dalle catacombe di Venezia al Castello di Brunwald, al Tempio di Petra e in ogni luogo una quantità di posti da scoprire e da esplorare, tutti disegnati in modo accurato, divertente, che cattura l’attenzione del giocatore.
Forse, graficamente parlando, la parte più “povera” è quella del castello di Brumwald perché le stanze appaiono tutte molto simili, ma in verità si è talmente impegnati a non farsi beccare dai nazizti, che ci si fa poco caso.

Sonoro – Un’allegra musichetta midi accompagna per tutto il gioco. Non è la musica del film ed è sempre quasi la stessa risultando alla fine piuttosto ripetitiva.

Enigmi – Il gioco è un misto di arcade e di avventura.
Nelc castello di Brumwald, Indy dovrà affrontare le guardie naziste, ma non è obbligato a combattere. Può giocare d’astuzia scegliendo i dialoghi opportuni, offrendo loro degli oggetti in suo possesso e non dovrà tirare nemmeno un pugno.
Se invece si sceglie di combattere, bisogna eservcitarsi bene perché si rischia continuamente di morire.
Altri punti in cui è richiesta abilità sono per esempio sull’aereo, dove Indy dovrà manovrare i comandi e alzarsi in volo prima che i guardiani lo blocchino e cioè in pochi secondi.
Un punto in cui perderete sicuramente parecchio tempo, sono le catacombe di Venezia, ma se proprio non vi orientate potete trovare la piantina su questo stesso sito.
Gli enigmi sono di varia natura, talvolta un po’ cervellotici, talvolta abbastanza logici, ma anche l’enigma astruso alla fin fine diverte il giocatore che è preparato anche a qualche piccola slealtà da parte del gioco.
Non manca qualche punta di umorismo come quando indy, che si trova improvvisamente davanti al Furher, ha la prontezza di spirito di chiedergli un autografo sul Mein Kampf per sfuggire alle guardie.
Ben definito anche il carattere del padre, tipico scienziato tra le nuvole esattamente come nel film.
Per risolvere il gioco non è necessario aver visto il film, certo un po’ aiuta perché gli ambienti e le circostanze sono molto simili, e poi è comunque un bel film.
La parte finale del gioco, come spesso accade, è la più ostica da superare ma alla fine la giustizia trionferà sempre.

Interfaccia – Il gioco è il classico punta e clicca, con interfaccia SXCUMM della Lucas già conosciuta in giochi come Zak, Monkey ecc. Alla base dello schermo le azioni che si possono compiere richiamabili anche con i tasti per maggiore praticità, e gli oggetti dell’inventario elencati per nome.
Con il tasto F5 si richiama il menu per il salvataggio o l’uscita dal gioco e si può salvare illimitatamente.

Conclusioni – Il gioco non è lungo ma sicuramente è molto divertente e le varie difficoltà che lo costellano ne aumentano la durata in modo più che ragionevole.
Indy è diventato un classico dei videogiochi, fino a meritare di divenire una serie che è arrivata al quinto episodio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...