FATE BY NUMBERS

  • Genere: Giallo
  • Editore: Revival
  • Sviluppatore: Revival
  • Rilascio: 2007
  • Tipo: FMV in terza persona
  • Lingua: Inglese
  • Età consigliata: 12+
  • Durata: 4 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
(Versione 1.2 Gb): P4 2700 o AMD 2700+, Scheda video AMD o Nvidia (Versione 0.8 Gb) – P4 2200 o AMD 2200+, Scheda video AMD o ATI 9700+ o Nvidia FX+

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Il gioco si svolge in una città del futuro dove un gruppo di affaristi detiene il potere e lo controlla attraverso un ferreo regime poliziesco. Il potere è contrastato da un gruppo di resistenza clandestino ed entrambe le fazioni sono alla ricerca di un oggetto in grado di dare grande potenza a chi lo possiede.
Alice Ranger un tempo era una poliziotta, ma fu costretta a dimettersi quando indagò sulla corruzione della polizia; ora è una detective privata, separata dall’ex marito, anch’egli poliziotto, scomparso durante un’azione.

IL GIOCO

Questo gioco è frutto del lavoro di un gruppo di studenti dei Paesi Bassi che ne hanno fatto nientemeno che una tesi di laurea.
Realizzato con pochi soldi, (circa 1500 euro) è una chicca che deve il successo al passa parola del web perché non c’è stata alcuna preview o pubblicità ed è scaricabile gratuitamente sul sito http://www.fatebynumbers.com/ dove si possono trovare 2 versioni, da 0,8 o da 1,2 GB (funzionano bene entrambe) e una patch.

Grafica – Grafica in bianco e nero in FMV, cioè un film interattivo con attori veri.
Girato in bianco e nero, con forte contrasto di luci e sempre in notturna, a volte appare un po’ troppo scuro ma la visione è nitida e i particolari si vedono abbastanza bene.
Non si può ignorare qualche contaminazione da “Blade Runner”, vedi le macchine volanti, una vaga ispirazione della storia, tuttavia se ne distacca largamente sia per la grafica che per il contenuto.
Gli sfondi sono un misto tra immagine reale e ricostruzione digitale e nel gioco recitano un bel numero di personaggi, probabilmente attori dilettanti, ma che funzionano egregiamente.
Il personaggio principale, Alice, è molto singolare; non la solita sventola alla Lara Croft ma piuttosto una donna di mezza età., tutt’altro che fascinosa e che per giunta si veste con un pastrano e un cappellaccio da uomo, cioè del tutto priva di femminilità.
Il carattere della protagonista è tuttavia descritto in modo esauriente: piuttosto cinica, indurita dai fatti della vita, amara, ironica, non esattamente eroina dai buoni sentimenti. Non banale.

Sonoro – Discreta lmusica, rumori all’essenziale.

Enigmi – Il punto debole di questo gioco sono gli enigmi. Non ci sono enigmi, ma solo un cerca-e-usa di pochi oggetti in poche locazioni. A volte la difficoltà maggiore sta nell’individuare gli oggetti ma tutto è facilitato da un tasto che se premuto, indica chiaramente le zone sensibili.

Interfaccia – Essenziale. Il menu si apre spostando il cursore nella parte alta dello schermo o con il tasto “esc”.
Quando si clicca su un punto sensibile si apre una finestra con tre opzioni: guarda, agisci o parla e sotto l’inventario.
I salvataggi sono illimitati e le scene ripetitive si possono velocizzare con la barra spazio.

Conclusioni – Il gioco non dura più di 3-4 ore, ma vale la pana di farlo, siua perché è gratuito, sia perché nella sua brevità ha degli spunti interessanti e una grafica originale. Speriamo in un seguito più polposo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...