DRACULA UNLEASHED

  • Genere: Horror
  • Editore: Viacom
  • Sviluppatore: ICOM Simulations
  • Rilascio: 1993
  • Tipo: FMV P & C in terza persona
  • Lingua: Inglese
  • Età consigliata: 13
  • Durata: 6 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
DOS 5.0 o superiore – PC: 386/20 – 4 MBRAM – SVGA VESA – Adlib, Soundblaster compatibile

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Il protagonista è un giovane uomo d’affari texano, Alexander Morris che vive a Londra nel 1899 e sta per sposare una ragazza, Annisette Bowen.
Alexander ha perso in circostanze misteriose suo fratello maggiore Quincey che viveva in Inghilterra e un amico di questi propone al giovane di entrare nello Hades Club.
Viene così a conoscere un aspetto della vita di suo fratello che non conosceva e cioè che egli faceva parte di un gruppo che si proponeva la distruzione di Dracula.
Cercando di scoprire la verità sulla morte del fratello, Alexander riuscirà a distruggere Dracula e a salvare la sua promessa sposa.

IL GIOCO

Grafica – Questa avventura fa parte di quella serie di giochi FMV che ebbero forte impulso nei primi anni 90, cioè giochi costituiti da filmati con attori reali.
Questo tipo di sviluppo terminò ben presto sia per la bassa qualità dei filmati spesso realizzati a bassa risoluzione, sia per i costi di produzione.
Dracula Unleashed è forse l’esempio più eclatante della mediocrità di tale scelta. La risoluzione dei filmati è molto bassa e i pixel sono perfettamente visibili sulla schermata rendendo le immagini davvero poco leggibili.
Non c’è molto altro da dire se non che i pochi sfondi disegnati, anchessì di tutta mediocrità, rappresentano solo le porte delle abitazioni.
Oltre all’edizione del 1993, è stata pubblicata nel 2003 un’edizione in DVD che ovviamente ha una grafica molto più definita, ma credo che questa versione sia pressoché introvabile.

Sonoro – E’ doppiato in inglese.

Enigmi – Il gioco è veramente singolare. Dicevo che negli anni 90 abbiamo conosciuto vari giochi FMV dove l’interattività è necessariamente meno intensa che nei giochi di animazione. Nel nostro caso è ridotta davvero all’osso; in pratica si tratta solo dimettere nella mano del protagonista un determinato oggetto prima di introdursi in un’abitazione.
L’avventura si svolge nel limite di 4 giorni in cui bisogna far visita in diversi posti rispettando certi orari.
Tutto è incentrato sull’orologio: se infatti ci si reca in un posto fuori tempo e non si ha in mano l’oggetto giusto, sarà impossibile attivare determinati filmati che permettono la prosecuzione del gioco e non c’è nulla da fare per rimediare.
Ciò che deve fare il giocatore è solo indovinare quale oggetto prendere in mano prima di entrare in un certo posto.
Inoltre è possibile morire, è possibile essere fermati dalla polizia e perdere tempo, è possibile essere aggrediti da qualche vampiro e la conseguenza è sempre la stessa: ricominciare dall’ultimo salvataggio sperando che vada bene.
E’ difficile arrivare fino in fondo, non certo a causa degli enigmi ma per il meccanismo davvero cervellotico insito nel gioco che rema contro il giocatore costringendolo troppo spesso a “recuperi” che alla fine possono stancare. In definitiva: una pessima giocabilità

Interfaccia – una serie di pulsanti sullo schermo danno accesso sia la menu, sia ad altre funzioni proprie del gioco.

Conclusioni – Un’avventura sui generis che difetta di interattività basandosi su meccanismi interni e predeterminati che rendono difficile arrivare in fondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...