DRACULA – La Resurrezione

  • Genere: Avventura Horror
  • Editore: Dream Catcher Int
  • Sviluppatore: France Telecom Multimedia
  • Rilascio: 1999
  • Tipo: 3D P & C in prima persona
  • Lingua: Italiano
  • Età consigliata: 13+
  • Durata:25-30 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
Pc pentium 166 (cons. 200) – 16 MB Ram (32 con Win 98) – Scheda video 56.000 colori – Scheda audio 16 bit – CD ROM 16X – Win 95 e superiori

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Il libro di Bram Stoker si concludeva con i protagonisti Jonathan Harker, e sua moglie Mina, che si riunivano felicemente.
La storia di questa avventura inizia 7 anni dopo.
Horror gotico tra tombe e antri oscuri, alla caccia del vampiro più sponsorizzato della storia: Dracula.
Mina ha cominciato ad agire stranamente e si sente trascinata da una forza superiore a tornare in Transilvania. Harker segue sua moglie nella speranza di salvarla assicurandosi contemporaneamente che Dracula sia morto per bene.
Tutto questo però non è spiegato nel gioco che inizia dall’arrivo del protagonista che entra subito nel clima di mistero che avvolge quella terra.
La storia si snoda sul tema della liberazione di Mina dalla maledizione, dell’uccisione di Dracula e non c’è altro da dire.
Il gioco inizia nel villaggio e il primo problema consiste nel trovare il modo per entrare nel castello dove bisogna trovare Mina e riuscire a portarla via.
Malgradio il titolo e la copertina, Dracula non è affatto un gioco impressionante: non v’è traccia di sangue o di altre scene orripilanti, ma tutto l’orror si risolve in qualche effetto tombale che ormai non impressiona più nessuno.

IL GIOCO

Grafica – 3D con avanzamento punta e clicca, è curata nell’ambientazione e nel carattere dei personaggi, esseri dall’aspetto grottesco, più che orrido, ma molto definiti nei particolari.
Alcuni intermezzi filmati punteggiano il gioco ricordandoci ogni tanto che stiamo combattendo contro un mostro dell’oltretomba.
Scenari notturni, ambientazioni sapientemente scelte tra antichi castelli, cimiteri, villaggi sperduti nella neve, cripte e bare che nascondono terrificanti segreti. Il tutto sfumato da una nebbiolina che avvolge le cose e la natura aumentando il senso dell’arcano diabolico che emana dai luoghi.

Sonoro – Un buon accompagnamento con rumori di fondo, senza particolari pregi se non quello di non infastidire.

Enigmi – Il protagonista deve esplorare principalmente due zone: il territorio circostante il castello comprendente il villaggio e l’interno del castello stesso.
Gli enigmi sono piuttosto numerosi ma non difficili, a parte un paio più complicati, anche perché le varie locazioni non sono interdipendenti e per risolvere i puzzle basta cercare bene dove si sta.
Un ulteriore aiuto viene dal mouse interattivo che indica le azioni da fare che sono per lo più ricerca e uso di oggetti per aprire porte o scomparti segreti.
Il limite del gioco, se vogliamo, è proprio questo: la semplicità degli enigmi che in definitiva si riassumono quasi tutti nella ricerca e nell’uso di oggetti per aprire porte o scomparti segreti.
Nel gioco non ci sono pericoli di morte perciò si può esplorare tutto tranquillamente e se si resta bloccati basta ripercorrere i luoghi dove si è stati alla ricerca di qualcosa che abbiamo trascurato.

Interfaccia – Si procede in prima persona da un punto ad un altro, con il comando del mouse. Si può ruotare gli oggetti ed interagire con loro.
L’inventario e il menu sono facilmente accessibili con il tasto destro del mouse.

Pratica ed efficiente l’interfaccia, in tema con il soggetto. Peccato che ci siano solo otto salvataggi possibili.

Conclusioni – Avrebbe potuto essere un grande gioco per la cura grafica e per il tema, ma ha un limite nella brevità e nella poca articolazione degli enigmi che, pur essendo frequenti, non presentano che in pochi casi una reale complessità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...