LOOM

  • Genere: Avventura classica
  • Editore: Lucas Arts
  • Sviluppatore: Lucas Arts
  • Rilascio: 1990
  • Tipo: 2D P & C in terza persona
  • Lingua: Italiano
  • Età consigliata: 8+
  • Durata: 8-10 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
Windows 3.1 – Proc 486/33 – 16 MB ram – Scheda video 256 colori – Scheda Audio sb compatibile – altoparlanti – tastiera – mouse

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Non è facile venire a capo della storia di questo gioco ma proverò a tracciarla per quel che ho capito.
In tempi antichi la popolazione era divisa in Gilde: la Gilda dei vetrai, dei fabbri, dei pastori, dei chierici, dei tessitori. Ogni Gilda proteggeva i segreti del proprio mestiere. Ad un certo momento la gilda dei tessitori entrò in crisi perché non sapeva rinnovarsi e i guardiani impedivano ogni cambiamento.
Un giorno una giovane osò cambiare le cose e fu condannata a diventare un cigno e fu bandita per sempre.
Il figlio della donna-cigno, Bobbin Threadbare, fu emarginato dagli altri ma malgrado questo riuscì ad apprendere i segreti della magia.
Quando il vescovo dei chierici ordì una congiura per dominare il mondo, il giovane partì per fermarlo. Egli sarà trasportato in luoghi diversi e impedire l’apocalisse provocata dal vescovo dei chierici che ha richiamato il Caos nell’universo.

IL GIOCO

Grafica – Il gioco è del 1990 e a quel tempo una risoluzione a 256 colori poteva considerarsi all’avanguardia, delle migliori, nella buona tradizione della Lucas.
Realizzata in 2D, con sfondi e personaggi molto colorati, belle animazioni e caratterizzazioni dei personaggi. Però francamente non si capisce il motivo per cui il personaggio principale, il protagonista, è rappresentato in un saio fratesco con un cappuccio sotto il quale si intravedono solo gli occhi in una faccia nera, inesistente.

Sonoro – Le musiche sono riprese da Tchaikowsky, naturalmente arrangiate in midi, ma comunque i motivi sono senza dubbio di classe. Nel gioco il sonoro è essenziale in quanto si basa tutto sul riconoscimento di suoni.

Enigmi – Gli enigmi sono facili. Consistono nell’applicare gli incantesimi che si trovano in giro, sui vari oggetti o nelle varie situazioni. I suoni che costituiscono la chiave degli incantesimi cambiano di gioco in gioco, perciò bisogna armarsi di carta e matita e segnarseli tutti. Non esistono reali difficoltà nel gioco, non si muore né ci sono giochi a tempo né labirinti inestricabili. Bobbin Threadbare inizia senza incantesimi e dovrà procurarseli di volta in volta aggiungendo note al suo bastone magico fino all’epilogo in cui si dovranno possedere tutte le note per terminare il gioco. Il gioco ha tre scelte: Praticante, Standard ed Esperto. Pratichi è per chi vuole imparare a raccogliere e a gettare incantesimi. Standard offre il suono e la visibilità delle nuote suonate. Esperto invece offre solo i suoni e bisogna avere orecchio musicale. utti gli enigmi vengono risolti attraverso incantesimi realizzati da un bastone musicali, pertanto la cosa da farsi non è “raccogli ed usa” ma piuttosto: osserva e segna le note.

Interfaccia – In questo gioco la Lucas ha rinunciato all’interfaccia SCUMM, quella per intenderci, di Monkey Island, ma a ben guardare, non ce ne sarebbe stato neppure bisogno.
Non c’è inventario, non ci sono azioni da fare se non l’applicazione di incantesimi per i quali serve solo il bastone magico alla base dello schermo.
Per il resto, l’interfaccia è quella familiare dei giochi Lucas: con il tasto F5 si accede al salvataggio e al caricamento, F( permette di iniziare il gioco daccapo e con CTRL+C si esce dal gioco.

Conclusioni – Visto nell’ottica della sua epoca, un gioco divertente e ben fatto, rivolto preferibilmente alla fascia più giovane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...