NANCY DREW N.15 – The Creature of Kapu Cave

  • Genere: Giallo investigativo
  • Editore: Atari
  • Sviluppatore: Her Interactive
  • Rilascio: 2006
  • Tipo: 3D P & C in prima persona
  • Lingua: Inglese
  • Età consigliata: 12+
  • Durata: 10-15 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
Windows XP/Vista Pentium – Processore 1GHz – 128MB RAM – 1Gig su HD – Scheda video 32MB compatibile DirectX – Scheda audio 16bit compatibile DirectX -CD-ROM 24X – Mouse e tastiera

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Episodio n. 15.
Nancy Drew parte per le Hawaii per assistere un’entomologa. Kim Quigley, che sta studiando un’improvvisa invasione di falene sull’isola.
In questo frangente la giovane investigatrice scopre che le piantagioni di ananas si stanno ammalando e sull’isola esiste un laboratorio per la modificazione genetica delle piante. A tutto ciò aggiungiamo la presenza di una strana creatura che terrorizza gli abitanti e il vecchio vulcano che ogni tanto si risveglia e… beh, non è abbastanza per una storia intrigante?
Questa volta il gioco è su 2 cd, quindi ci si poteva aspettare un episodio piuttosto lungo ed articolato, ma le aspettative sono state veramente deluse: un giocatore accettabilmente esperto piò arrivare alla soluzione in 7-8 ore.

Il fatto è che, come del resto avviene in molte delle avventure della serie, questi fatti vengono enunciati ma realmente non hanno sviluppo nel corso del gioco e tutto si svela alla fine con un frettoloso racconto conclusivo che lascia il tempo che trova.
Ne viene a perdere l’interesse e la tensione che ci si aspetta da un giallo

IL GIOCO

Grafica – Recensire i giochi di Nancy Drew significa spesso ripetersi, anche perché chi ha giocato tutti gli episodi della serie, ha un senso di déjavu, come se alcuni luoghi, alcune situazioni, siano già fin troppo familiari.
La grafica 3D è nitida, molto definita, incisiva, con un buon senso della profondità.
Questa volta ci viene presentato l’ambiente hawayano, con vegetazione tropicale e bungalow tipici, ma le locazioni da visitare sono poche.
Il movimento avviene a schermate con frecce direzionali e il motore grafico si presenta veloce e preciso negli spostamenti e nelle animazioni che per la verità sono assai scarse.
Questa volta non c’è rotazione a 360° e le possibilità esplorative sono limitate.
I personaggi sono realistici, ben sincronizzati con il doppiaggio, ma se ne contano solo 4, davvero pochi.
Adeguandosi ai tempi, Nancy si muove adesso servendosi del navigatore satellitare, questa è la principale novità del nuovo episodio.

Sonoro -Il doppiaggio in inglese è naturale e ben sincronizzato. All’inizio il solito motivetto della serie, poi rumori d’ambiente realistici, specie in luoghi aperti. Niente altro da segnalare.

Enigmi – Questo episodio è davvero delutdente, per quanto riguarda gli enigmi.
Sono tutti piuttosto facili, con indizi reperibili senza troppa difficoltà. Forse il più complicato è stato quello in cui bisogna riempire una tabella con i dati delle analisi chimiche di alcuni elementi, ma dopo un breve studio dei documenti disponibili, è solo questione di avere un poco di pazienza.
Con il procedere degli episodi di questa serie diventa sempre sempre più utilizzata dagli sceneggiatori, una tecnica a mio avviso criticabile che denota da parte loro un calo di fantasia: l’investigatrice è sempre più costretta a fare commissioni a qualcuno per ottenere un oggetto o un indizio o quant’altro serve per la soluzione; queste commissioni si risolvono perlopiù in giochini noiosi, ripetitivi o un po’ cervellotici che alla fine tolgono mordente al gioco oppure costringono a fare più e più volte uno stesso percorso perdi-tempo che non è affatto divertente.
Insomma è come se la protagonista si rechi in certi posti dove tutti le comandano di fare qualcosa per avere qualcosa, mentre sarebbe molto più intrigante che fosse lei, di sua iniziativa (cioè noi…) ad indagare e scoprire indizi come avveniva nei primi giochi della serie.
Come sempre, dopo una serie di enigmi abbastanza semplici, c’è il giochino conclusivo capace di far saltare i nervi, la ciliegina su una torta piuttosto insipida.

Interfaccia – L’interfaccia resta quella di sempre: frecce direzionali, lente di ingrandimento per evidenziare gli oggetti, mano per manipolarli.

Conclusioni – Per chi non ha mai giocato episodi della serie di Nancy Drew, il gioco può apparire anche divertente, ma per chi ha giocato gli altri 14 episodi, si è rivelato piuttosto deludente considerato che gli indubbi progressi grafici hanno a fronte un decadimento delle atmosfere, dei contenuti e degli enigmi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...