SHIVERS

  • Genere: Puzzle game
  • Editore: Sierra Games
  • Sviluppatore: Sierra Games
  • Rilascio: 1995
  • Tipo: 3D P & C in prima persona
  • Lingua: Inglese
  • Età consigliata: 13 +
  • Durata: 25 ore

 

  • Difficoltà:   
  • Voto di P& C:      

Requisiti minimi richiesti:
486 SX 33 MHz o sup. – Windows 3.1 o sup – Ram 8 MB – CDROM 2X – Scheda grafica 256 colori 640×480 – Scheda audio SB compatibile – Tastiera – Mouse

 

Recensione di Aspide Gioconda

LA STORIA

Come spesso accade in questo genere di giochi, la storia è praticamente inesistente.
Un gruppo di ragazzi sfida un loro compagno ad una prova di coraggio che consiste nel lasciarsi chiudere per una notte in un museo abbandonato dove, tempo prima, sono scomparsi due adolescenti.
Il giocatore impersona il ragazzo e per prima cosa dovrà trovare il modo di entrare nel museo. Altro non c’è da dire sulla storia.

IL GIOCO

Sulla traccia di 7th Guest o di 11th hour, anche questo è un gioco misto horror – enigmistico. Di horror in realtà c’è solo l’ambientazione ma non vi sono scene violente o sanguinarie.
Il gioco è una piacevole sorpresa per coloro che amano i giochi densi di enigmi.

Grafica – La grafica è a 256 colori, con schermo 640 x 480, quindi un’inquadratura ridotta. Malgrado questo è molto curata e specialmente nell’interno del museo, dove c’è una grande quantità di posti da esplorare, la scenografia è molto variata e a volte sorprendente.
Un museo stravagante e inquietante, dove il professor Windlenot, ha raccolto una gran quantità di oggetti e di animali esotici e inusuali che avremo il piacere di osservare e che contribuiscono a creare un clima di suspence e di apprensione.
Le animazioni intervengono di tanto in tanto, nell’evocazione dei fantasmi o dei demoni Ixupi che infestano il museo. I filmati sono molto sgranati , meno le animazioni ma la grafica nel suo insieme è abbastanza nitida, considerato anche l’anno di nascita del gioco.
Il motore non è molto scattante, però non si sono riscontrate disfunzioni né bugs.

Sonoro – Una bella musica, molto varia e adeguata ai diversi ambienti che visitiamo, ci accompagna per tutto il gioco.
Buoni anche i rumori che riguardano soprattutto gli enigmi o i vari meccanismi su cui si interviene.
L’avvicinarsi di un pericolo trasforma la musica in un suono cupo e apprensivo, per mettere in guardia il giocatore.

Enigmi – Dovremo affrontare circa 25 enigmi che vengono proposti uno dopo l’altro. Essenzialmente lo scopo è di trovare dei vasetti da accoppiare con i rispettivi coperchi e andare a caccia dei 10 demoni Ixopu per imprigionarli.
Si debbono aprire un’infinità di passaggi segreti per accedere ai vari settori del museo e cercare gli indizi che contengono le SOLUZIONE E RECENSIONE degli enigmi.
Enigmi tanti, ma tutti molto logici e assecondati dagli indizi che ne facilitano la soluzione. Alcuni sono molto facili, altri un po’ meno ma non ci sono enigmi veramente difficili, per intenderci al livello di “The 7th Guest”.
Quando si stuzzica un Ixupi, la linea della vita diminuisce e quando termina si muore.
Il consiglio, se non si vogliono perdere i vantaggi acquisiti, è di salvare ad ogni progresso.
La cosa più seccante di questo gioco è la ricerca dei vasi e dei coperchi e il loro abbinamento perché potendo portare nell’inventario un solo oggetto, si è costretti a ripercorrere decine di volte le labirintiche stanze del museo.
Naturalmente non manca neppure un labirinto, ma è abbastanza semplice.
Il gioco offre un punteggio che dipende da quante cose si scoprono e i osservano.
Il fatto è che a volte per ritornare in una stanza che avevamo già scassinato, bisogna rifare daccapo l’enigma e anche questa è un’inutile perdita di tempo anche se aumenta inspiegabilmente il punteggio.

Interfaccia – Il gioco si guida interamente con il mouse. Una freccetta indica le direzioni obbligate ma malgrado la limitatezza di questo metodo, si possono esplorare bene tutte le locazioni.
Alla base dello schermo un pulsante permette di accedere al menu. I salvataggi sono 15 e tra le altre opzioni si possono verificare tutti gli articoli raccolti e questo è molto comodo per la consultazione dei documenti.

Conclusioni – Un gioco divertente adatto a chi ama gli enigmi ed ha molta pazienza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...